Minion cake

031065DSC_2256DSC_2258DSC_2259DSC_2260
DSC_2266DSC_2278DSC_2281DSC_2285DSC_2286DSC_2287

Minion cake, un set su Flickr.

Per i quattro anni del mio amore ecco una torta uscita direttamente dal film “Cattivissimo me”! … Dopotutto un Minion non si nega a nessuno!
Occhio ai dettagli, tutti in pasta di zucchero, compresa la “bananaaaaaa”!

Annunci
Pubblicato in bambini, Chit chat, Decorazioni, Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , , | 17 commenti

Morbidi bottoncini al latte

Lo so che fremete dalla voglia di leggere la ricetta del panbrioche alla nutella, ma nel frattempo non vi dispiacerà affatto ricevere un’altra chicca da preparare con il vostro lievito madre! (Tranquilli ho anche la dose per chi usa il lievito di birra).
Trattasi dei bottoncini al latte che tanto piacciono ai bimbi quanto ingolosiscono i più grandi!
Con le seguenti dosi ricaverete circa venti piccoli panini.

INGREDIENTI
– 500 gr di farina Manitoba
– 150 gr lievito madre (o 15 gr lievito birra)
– 275 ml latte
– 1 uovo
– 2 cucchiai di miele
– 7 gr di sale
– 50 gr di burro
– 2 tuorli
– 1 cucchiaio di latte
– sale

20140222-183013.jpg
Setacciate la farina in una ciotola. Sciogliete il lievito madre e il miele nel latte tiepido. Versate il tutto al centro della farina e aggiungete l’uovo. Unite il sale e impastate energicamente. Se avete una planetaria utilizzate il gancio. Non appena gli ingredienti si saranno ben legati, unite il burro a pezzettini.
Impastate fino ad ottenere un impasto liscio.
Fate lievitare al caldo in una ciotola unta di olio, coperta con pellicola trasparente, fino al raddoppio. Se utilizzate il lievito madre la lievitazione sarà un po’ più lenta (circa 9 ore).

20140223-235050.jpgSpezziamo l’impasto e formiamo delle palline della stessa grandezza che disporremo su una teglia coperta di carta forno. Spennelliamo ogni panino con il tuorlo d’uovo diluito con il latte e un pizzico di sale.
Facciamo lievitare fino al raddoppio e spennelliamo la superficie nuovamente. Inforniamo a 200º per quindici minuti circa. Inserite sul fondo del forno una ciotola con dei cubetti di ghiaccio per creare vapore.

20140223-235306.jpg
Ed ecco a voi il risultato!

20140224-000102.jpg

20140224-000135.jpg

Pubblicato in lievitati, Pane e pizza, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , | 11 commenti

Happy Valentine day!

20140213-233511.jpg

Da Cooking Moma, auguri a tutti gli innamorati di questo blog!
Volete scoprire la ricetta di questo fiore di panbrioche alla nutella? Tra qualche giorno la ricetta online! Restate sintonizzati!
Bacini a tutti! 🙂

20140214-000629.jpg

Pubblicato in Chit chat | Contrassegnato , , , , , , | 11 commenti

Hummus: crema di ceci

Per la cena di oggi mi sono ispirata ai paesi arabi, alla loro cucina e alla deliziosa quanto delicata crema di ceci.
La preparazione dell’hummus è veramente semplice e si sposa molto bene ai nostri piatti.

INGREDIENTI

– 400 g di ceci in scatola o lessati
– 6 cucchiai di tahina
– il succo di 2 limoni
– 3 spicchi d’aglio
– 1 cucchiaino di sale
– 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva
– prezzemolo
– paprika

E’ possibile utilizzare dei ceci in scatola, purché vengano ben scolati.
Nel caso di ceci secchi sarà necessario metterli a bagno nell’acqua per 12 ore. Trascorso il tempo, lessarli finché non saranno molto morbidi.
Frullate i ceci con un mixer e unite la tahina, gli spicchi di aglio (io ne ho usati solo uno), l’olio e il succo di limone. Aggiungete il sale e frullate fino ad ottenere una consistenza liscia ed omogenea (se fosse necessario aggiungete un po’ di acqua tiepida).
Servite l’hummus con un filo d’olio, del prezzemolo e una spolverata di paprika.
Oltre al classico utilizzo come condimento per pane azzimo o pane arabo (pita) e falafel, può essere utilizzato anche come salsa per verdure crude (carote, sedano, finocchio), piacevole alternativa al classico pinzimonio.
Quel goloso di mio marito l’ha trovato ottimo anche spalmato su dei crackers di riso! 🙂

20140212-195709.jpg

Pubblicato in Contorni, internazionale, Ricette | Contrassegnato , , | 7 commenti

Choco Plumcake for breakfast

Questa ricetta mi è stata suggerita dalla mia amica Barbara che, oltre ad essere una golosa estimatrice di dolci, è anche molto brava in cucina.
La ricetta è di per se’ semplice ma ciò non non vuol dire che non abbia tutte le carte in regola per essere una buona ricetta!

INGREDIENTI

– 4 uova
– 100 gr di gocce di cioccolato fondente
– 200 gr di farina
– 200 gr di zucchero
– 200 gr di burro
– 55 gr di cacao amaro in polvere
– 1/2 bacca di vaniglia
– 1 bustina di lievito
– granella di nocciole

Iniziate ponendo nella ciotola di una planetaria le uova con lo zucchero e i semi di vaniglia; montateli quindi con le fruste fino a che non avranno una consistenza spumosa. Di seguito aggiungete il burro ammorbidito e continuate a sbattere. Quando il composto sarà chiaro e spumoso, unite a poco a poco la farina, il cacao in polvere e il lievito. Unite infine le gocce di cioccolato.

Infarinate uno stampo da plumcake e versateci l’impasto.
Per dare un po’ di croccantezza al dolce ho pensato di spolverare la superficie con la granella di nocciole.
Infornate per circa 50 minuti a 180º. Sfornate il plumcake al cioccolato e, quando sarà tiepido, estraetelo dallo stampo e fatelo freddare.
Il pieno di energie per iniziare al meglio la giornata è assicurato con questo choco plumcake, non credete?
Qui piove ancora a dirotto, e da voi???

20140205-230948.jpg

20140205-231507.jpg

Pubblicato in colazione, Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , | 8 commenti

Pioggia, non ti temo!

Piove a dirotto da giorni qui a Roma. Le strade sono allagate, tanto freddo e poca voglia di uscire. Sono queste le giornate ideali per prepararsi una bella tazza di cioccolata, calda e consolatoria.

Lasciate da parte le preparazioni pronte e coccolatevi con una bella cioccolata home-made!

  • 500 ml di latte intero
  • 5 cucchiai di cacao amaro
  • 5 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di fecola di patate o farina

Unite, in un pentolino dal fondo alto, il cacao, lo zucchero e la fecola, aggiungete una parte del latte e girate per sciogliere tutti i grumi. Mettete il pentolino sul fuoco a fiamma bassa e aggiungete il resto del latte. Mescolate fino a che non si addenserà.

Servite la cioccolata in tazza accompagnata con una nuvola di panna montata e biscottini.

Doppio risultato: serotonina alle stelle e coccole a non finire.cioccolata calda.jpg

Pubblicato in bambini, colazione, Dessert, Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , | 11 commenti

Tea for two!

“Just tea for two, and two for tea, Just me for you and you for me, alone!” recitava una canzone degli anni ’20. Visto che San Valentino si sta avvicinando e visto che l’aria si fa più romantica, celebriamo questo nuovo post con dei biscottini da tè, dolci dolci,  da condividere con la vostra metà.

Sono dei semplici ventaglietti di sfoglia che facilmente potrete preparare se avete a disposizione nella vostra dispensa un rotolo di pasta sfoglia (magari preparata da voi) e tanto zucchero semolato.

Il procedimento è semplice semplice. 
Stendiamo il panetto di pasta sfoglia sul piano con lo zucchero semolato e cospargiamo altro zucchero sulla sua superficie. Formiamo un rettangolo e segniamo la metà nel senso della lunghezza. Pieghiamo i lembi destro e sinistro verso il centro e cospargiamo con altro zucchero semolato. Ripieghiamo di nuovo i lembi destro e sinistro verso il centro. Uniamo i due “rotoli”,  schiacciamo leggermente e tagliamo tante fettine di circa un centimetro di spessore. Passiamo ogni fettina nello zucchero semolato e disponiamole su una teglia ricoperta di carta forno.20140128-234817.jpg

Infornate il tutto a 190-200°C per circa 10 minuti per lato e comunque fino a doratura. Fateli raffreddare su una griglia e conservateli in una scatola di latta se non li consumate subito (dubito). Attenzione, creano dipendenza!
Ora non vi resta che chiamare la vostra dolce metà e preparare un tè caldo! Il sottofondo ve lo do io: “Tea for two“.
 

20140128-235224.jpg

Pubblicato in Chit chat, colazione, Dolci, Ricette | Contrassegnato , , , , , , | 10 commenti

Pane al pane…

In questi giorni Adriana, la mia nuova “amica di pasta madre” a cui ho fornito un po’ di lievito da portare a Varese, mi ha chiesto una ricetta semplice semplice per preparare il pane in casa.
Cara Adriana, eccoti accontentata con questa ricetta di Sara Papa sul pane pane bianco casereccio.

INGREDIENTI

600 gr farina 0
150 gr lievito madre o 12 gr di lievito di birra
350 acqua
1 cucchiaino di sale
Olio evo

Cominciamo sciogliendo il lievito madre nell’acqua tiepida. Disponiamo la farina a conca e versiamoci al centro il lievito sciolto. Iniziamo ad impastare e poco dopo uniamo il sale (se avete una planetaria ricordate di usare sempre il gancio per impastare). Lavoriamo fino a che non avremo un panetto liscio. Ungiamolo con dell’olio e mettiamolo in una ciotola coperto con un panno umido al riparo da correnti.
Aspettiamo che raddoppi di volume.
Lavoriamo nuovamente l’impasto e diamogli la forma di un filoncino. Adagiamolo su una teglia foderata di carta forno, incidiamo la superficie con un coltello facendo dei tagli a croce e lasciamo lievitare per altri 30′ circa.
Cuocere per i primi 15′ a 210º-220º, poi riduciamo la temperatura a 180º e proseguiamo la cottura per altri 35′.
Una volta cotto, sforniamo il pane e lasciamolo raffreddare su una grata.

20140119-231007.jpg

20140119-231103.jpg

Pubblicato in Ricette | Contrassegnato , , , , | 16 commenti

Pancake a colazione

Volete sentirvi come in America? Volete cimentarvi in una colazione a stelle e strisce? I Pancake caldi con succo d’acero è l’idea trendy e supergolosa da sperimentare questo fine settimana!
Ho “rubato” questa ricetta dal sito di Martha Stewart, americana DOC!

INGREDIENTI

1 tazza di farina
2 cucchiai di zucchero
2 cucchiaini di lievito in polvere
1/2 cucchiaino di sale
1 tazza di latte
2 cucchiai di burro non salato, fuso.
1 uovo grande
1 cucchiaio di olio
Farciture a piacere (burro, sciroppo d’acero, zucchero a velo, miele, marmellate, crema di nocciole, ecc. )

 

Preriscaldate il forno a 200º e preparate una teglia, o piatto resistente al calore, pronti a tenere i pancake in caldo nel forno quando saranno cotti.
In una piccola ciotola, unite insieme la farina, lo zucchero, il lievito e il sale.
A parte, sbattete insieme il latte, il burro fuso e l’uovo. Aggiungete quindi gli ingredienti secchi e frullate il tutto.
Scaldate a fuoco medio un padellino antiaderente che avrete leggermente unto con della carta assorbente bagnata con l’olio.
Versate 2-3 cucchiai di pastella sulla padella e fate cuocere fino a quando sulla superficie non si formeranno alcune bolle (1-2 minuti).

20140115-171703.jpgCapovolgete delicatamente con una spatola e cuocere fino a doratura della parte inferiore.

Trasferire le frittelle sul piatto, coprite con  un foglio di alluminio e tenete in caldo nel forno. Ungete nuovamente il padellino e continuate fino ad utilizzare tutta la pastella (otterrete circa 12-15 pancake).

Servite i pancake caldi con le farciture da voi desiderate.

20140115-172032.jpg

20140115-172610.jpg

Pubblicato in Dolci, internazionale, Ricette | Contrassegnato , , | 10 commenti

Un morbido Pandoro

Durante queste feste mi sono sbizzarrita nel preparare i classici dolci di Natale: pandoro, panettone, pizza dolce, etc.
L’abbondante produzione di lievito madre è stato lo spunto principale, ma la curiosità e la voglia di avventurarmi in nuove preparazioni è ciò che più di tutti mi dato il la per sperimentare queste ricette.
Il primo a catturare la mia attenzione è stato il Pandoro.
La ricetta che ho seguito prevede solo l’uso del lievito di birra; il motivo per cui ho evitato l’uso del lievito madre è perché nel frattempo stavo preparando i vari rinfreschi che avrebbero preceduto la preparazione del panettone (ricetta che prevede tre giorni di lavoro).
La ricetta che ho seguito è quella delle sorelle Simili, una garanzia.
Come per tutti i lievitati è necessario armarsi di molta pazienza in quanto i tempi di lievitazione sono difficili da calcolare.

PREPARAZIONE DEL LIEVITINO
15 g. di lievito di birra,
60 g. di acqua tiepida,
50 g. di farina Manitoba
1 cucchiaio di zucchero (circa 10 g.)
1 tuorlo

Unire tutti gli ingredienti e amalgamare bene fino ad avere un composto liscio e omogeneo. Coprire bene con la pellicola e lasciare lievitare in luogo tiepido, finché l’impasto non sarà raddoppiato.

PRIMO IMPASTO:
Il lievitino preparato
200 g. di farina Manitoba,
3 g. di lievito di birra,
25 g. di zucchero,
30 g. di burro,
2 cucchiaini d’acqua
1 uovo

Prendere il lievitino e unitevi il lievito di birra sciolto in un po’ di acqua tiepida, la farina, lo zucchero e l’uovo.
Mescolare tutti gli ingredienti battendo l’impasto con la planetaria. Unite infine il burro.
Impastate bene, usando il gancio, finché non sarà tutto amalgamato.
Rimettere l’impasto nella ciotola e lasciare lievitare finché non sarà raddoppiato.20140103-230000.jpg

20140105-201309.jpg

SECONDO IMPASTO:
200 g. farina Manitoba
100 g. di zucchero,
2 uova,
1 cucchiaino di sale,
1 bacca di vaniglia
140 g. di burro a temperatura ambiente per la sfogliatura.

Appena sarà raddoppiato il primo impasto, unite le uova, lo zucchero, la farina, il sale e la vaniglia . Amalgamate bene tutti gli ingredienti con il gancio, battendo l’impasto per 10-15 min.
Rimettere l’impasto in una ciotola unta di burro e lasciate lievitare coprendolo bene, finché non raddoppia (circa 1 ora).
Trascorso questo tempo mettere tutto in frigo per 30-40 min.

LA SFOGLIATURA
Lavorate un po’ l’impasto prima di passare alla sfogliatura. Ora, stendete la pasta formando un quadrato e adagiatevi al centro il burro, a temperatura ambiente, che avrete steso usando la carta forno. Chiudete il tutto all’interno dei 4 lembi di pasta.
20140105-202424.jpg

Stendere con il matterello senza premere troppo fino ad ottenere una striscia lunga, che andrà ripiegata in tre.20140105-202738.jpg

Mettete in frigo per 20′. Ripetete questa operazione per almeno altre 2 volte.
Una volta terminata l’ultima sfogliatura, con le mani unte di burro, formate una palla.
Imburrate lo stampo da pandoro e spolverizzate di zucchero.
Mettete la pasta con la parte liscia sotto lo stampo e la parte con i lembi ripiegati in alto, in modo che si vedano.
Lasciate lievitare al tiepido finché non arriverà al bordo dello stampo. Circa 5/6 ore. 20140105-203045.jpg

20140105-203308.jpg

COTTURA DEL PANDORO
Infornare il pandoro in forno Preriscaldato a 170° per 15′ e poi a 160° per altri 10′. Regolarsi comunque con la prova stecchino.
Sfornare, lasciare intiepidire e togliere dallo stampo. Spolverizzate con zucchero a velo prima di servire.

20140105-203817.jpg

20140105-204245.jpg

20140105-204437.jpg

Pubblicato in Dolci, Ricette, Ricette della tradizione | Contrassegnato , , , , | 4 commenti