It’s a Mario time!

Direttamente, come da un videogioco, la Torta Super Mario per i sei anni di Daniele!

Okey dokey!!!

 

 

Pubblicato in bambini, Chit chat, Dolci, eventi, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | 2 commenti

Quando le ciambelle riescono col buco

Se state cercando una ricetta per preparare delle ciambelle fritte a prova di bomba siete nel blog giusto! Quella che vi sto per dare è stata appena testata dalla sottoscritta ed ha superato il vaglio di marito, figlio, parenti e affini.

Approfittatene ora per friggere, è Carnevale no?!?🙂

CIAMBELLE DOLCI FRITTE (ricetta di Sal De Riso… con qualche mia piccola modifica)

IINGREDIENTI:

  • 700 g di farina di Manitoba
  • 350 g di latte
  • 25 g di lievito di birra
  • 2 uova
  • 2 tuorli
  • 70 g di zucchero semolato
  • 1/2 bacca di vaniglia
  • la buccia di 1/2 arancia grattugiata
  • la buccia di 1/2 limone grattugiato
  • 200 g di strutto a temperatura ambiente
  • 5 gr di sale
  • olio di semi di arachide per friggere q.b.

Unire nella ciotola della planetaria il lievito di birra sciolto in due cucchiaini di acqua tiepida,le uova intere, i due tuorli e il latte.

Aggiungiamo lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia, il sale e le zeste degli agrumi grattugiati.

Iniziamo col far girare la macchina a velocità bassa e aggiungiamo un po’ per volta la farina. Una volta che il tutto si sarà bel amalgamato, aggiungiamo lo strutto a fiocchi e lasciamo lavorare per 10′.

Versiamo l’impasto in una ciotola e lasciamo lievitare fino al raddoppio. Riprendiamo l’impasto, adagiamolo sul piano di lavoro infarinato e con un mattarello stendiamolo dello spessore di 1 cm.

Con un coppapasta ricaviamo tanti dischi e disponiamoli su un teglia che metteremo a riposare in un luogo caldo per almeno 50 minuti.

Mettete a scaldare una padella con abbondante olio per friggere. Man mano che prendete i dischi di pasta bucateli al centro con le dita e tuffateli nell’olio a 180°. Fatele cuocere facendo attenzione a che non si brucino.

Asciughiamole con la carta assorbente e passiamole in una ciotola con lo zucchero semolato.

   
 

Pubblicato in bambini, Dolci, Ricette, Ricette della tradizione | Contrassegnato , , , , , , , , | 3 commenti

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 8.000 volte nel 2015. Se fosse una metropolitana di New York, ci vorrebbero circa 7 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Pubblicato in Chit chat | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Buone Feste!

  

Pubblicato in Chit chat, Dolci, Ricette della tradizione | Contrassegnato , , , , | 3 commenti

Panbrioche per un party estivo

Nonostante la calura estiva, la tendenza a cercare refrigerio davanti a un condizionatore acceso non è pari o superiore alla voglia di organizzare un party all’aria aperta.
Barbecue, finger-food e stuzzichini sono le parole d’ordine di quest’estate e poco importa se dovremo soffrire davanti alla brace o a un forno a legna, quel che importa è trascorrere un po’ di ore spensierate in compagnia di amici e familiari,  goderci le vacanze estive e dare sfogo alla nostra fantasia.

Un panettone gastronomico potrebbe essere l’idea giusta per accompagnare i nostri cocktails in giardino o sulla terrazza di casa.

La ricetta che vi sto per suggerire è super collaudata e tratta dal repertorio delle note sorelle Simili.

INGREDIENTI PER IL PANBRIOCHE:

  • 1 kg di farina 00 di forza
  • 400 g di acqua
  • 75 gr di lievito di birra
  • 150 gr di burro
  • 50 gr di strutto
  • 15 gr di sale
  • 100 gr di zucchero
  • 1 stampo di carta per panettoni da 700 gr

Nella ciotola della planetaria versate la farina e aggiungete al centro tutti gli ingredienti. Lavorate l’impasto energicamente con il gancio per almeno 10-12 minuti.
Mettere l’impasto ottenuto in una ciotola unta di burro e lasciare lievitare per circa un’ora. Prendete 700 gr di impasto e rovesciatelo sul tavolo. Senza lavorare la pasta, datele la forma di una palla e adagiatela in uno stampo per panettoni tenendo la parte liscia verso l’alto. Spennellate la superficie con l’uovo sbattuto e coprite  con una pentola alta capovolta.

Lasciare lievitare 60 min circa fino a quando la pasta non avrà raggiunto il bordo dello stampo (il mio impasto ha addirittura fatto alzare la pentola!)

IMG_7609

Infornare a 180° e cuocere per 40-45′ circa.

A fine cottura, infilzate lo stampo al centro con dei ferri da lana e fate raffreddare il panettone a testa in giù poggiando le estremità dei ferri su due piani paralleli (es. due pile di libri, due sedie, etc.).

IMG_7626

Una volta freddo tagliate il panettone in dischi di mezzo cm circa e farciteli  secondo la vostra fantasia  (insalata russa, maionese e gamberetti, prosciutto e formaggio, bresaola rughetta e parmigiano, etc).

IMG_8365
IMG_8368
Riponete le coppie farcite  in frigo per un’ora in modo che si saldino meglio e infine tagliate 6 triangoli. Ricomponete il panettone avendo cura di disporre i dischi sovrapposti con i tagli lievemente sfalsati. In questo modo eviterete dei crolli inaspettati quando i vostri ospiti si serviranno da soli.

Non dimenticate di disporre la calotta per completare la classica forma finale!

IMG_8373

Pubblicato in Aperitivi, bambini, internazionale, lievitati, Pane e pizza, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | 8 commenti

Zucchine marinate: un contorno fresco e sfizioso

Siamo in piena Primavera e tra le verdure di stagione presenti in questo periodo ci sono di certo le zucchine.

Acquistare e consumare verdura  di stagione ha un significato che non dobbiamo sottovalutare. Vuol dire alimentarsi in modo corretto e in modo sano e naturale. Oggi, grazie alle moderne tecniche di coltivazione, abbiamo un po’ perso il senso della stagionalità a vantaggio di  prodotti che, pur trovandosi nei banconi dei supermercati tutto l’anno, hanno perso il loro sapore nonché il loro aspetto più invitante. Consumare frutta e verdura nel momento in cui questi sono maturi naturalmente, non solo è più sano per la nostra salute ma anche più economico per le nostre tasche.

Ma torniamo alle nostro post e alla preparazione di oggi: le zucchine marinate.

INGREDIENTI:

  • 3 ZUCCHINE ROMANESCHE DI GROSSA TAGLIA
  • FARINA
  • OLIO PER FRIGGERE
  • AGLIO
  • BASILICO
  • SALE
  • ACETO BIANCO

Cercate tre grosse zucchine romanesche tali da permetterci di ricavare delle fette lunghe e spesse.

Passiamo le fette ricavate nella farina e friggiamo nell’olio bollente. Scolatele bene e asciugatele nella carta assorbente.  Affettiamo sottilmente 2 spicchi d’aglio e procediamo a preparare il piatto nel modo seguente.

Su un piatto di portata disponiamo uno strato di zucchine, adagiamo due o tre fettine di aglio, qualche foglia di basilico, saliamo e infine condiamo con l’aceto.  Continuiamo con un altro strato di zucchine. Adagiamo le fettine di aglio, il basilico e condiamo di nuovo con sale e aceto.

Procediamo fino a che non terminiamo tutte le zucchine.

Facciamo riposare in frigo per almeno mezz’ora e infine serviamo a tavola.

Il sapore della marinatura sarà ancora più apprezzato se le zucchine verranno servite il giorno dopo.

Pubblicato in Contorni, Ricette | Contrassegnato , , , , , , , , | 11 commenti

Aria di Primavera con gli asparagi selvatici

La Primavera è finalmente arrivata e con lei nuovi colori e sapori. Le campagne si colorano di verde, gli alberi si riempino di fiori e il sole, con i suoi raggi, irradia il suo calore ormai dimenticato.

Trascorrere i week-end in campagna a passeggiare tra boschi e prati è un piacere, soprattutto se ad una salutare camminata si accompagna la ricerca di un bottino tanto ambito come un bel mazzo di asparagi selvatici.

Con il suo sapore più intenso e particolare, l’asparago selvatico è molto apprezzato in cucina per la preparazione di primi piatti, secondi con le uova o semplicemente lessati e conditi con un po’ di olio a crudo. Molto gradita risulta anche la conservazione sott’olio che permette di gustarli anche fuori stagione.

La preparazione di oggi riguarda un primo piatto, ossia delle “pappardelle agli asparagi selvatici e pancetta”.

INGREDIENTI:

  • 1 mazzo di Asparagi selvatici
  • Pancetta dolce
  • Pappardelle
  • olio EVO qb
  • Aglio

Laviamo e puliamo i nostri asparagi senza gettare via la parte dura che abbiamo scartato.

Leghiamo con uno spago da cucina i gambi scartati e immergiamoli nella pentola dove faremo cuocere la pasta. Questo piccolo trucchetto darà un aroma più intenso alle vostre pappardelle.

little tipAffettiamo la pancetta a tocchetti e facciamola rosolare con dell’olio e uno spicchio d’aglio  in una padella dai bordi alti. Quando questa avrà preso un po’ di colore abbassiamo la fiamma e uniamo gli asparagi tagliati a tocchetti.  Aggiungiamo un po’ di acqua di cottura della pasta, copriamo con un coperchio e facciamo stufare a fiamma bassa. Ci vorranno pochi minuti di cottura.

IMG_7521Scoliamo le nostre pappardelle un minuto prima del tempo di cottura e versiamole nella nostra padella. Facciamo mantecare bene, girando in modo da distribuire il condimento. Terminiamo con un ultimo filo di olio a crudo e una spolverata di pecorino romano.

pappardelle con gli asparagi selvaticiSe siete riusciti a raccogliere un generoso mazzo di asparagi selvatici, allora non potete esimervi dal preparare anche una deliziosa frittata.

frittataPer quanto mi riguarda, sono stata molto fortunata perchè in questo caso il mio bottino è stato il dono di un generoso benefattore la cui identità non vi rivelerò MAI!🙂

Pubblicato in Primi, Ricette, Secondi | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 13 commenti

Buona Pasqua!

Per questa Pasqua mi sono dedicata a preparare delle colombe a lievitazione naturale. Tre giorni di lavoro, ma alla fine grandi soddisfazioni!

Buone feste a tutti i miei lettori!  

   

Pubblicato in Chit chat, Dolci, lievitati, Ricette, Ricette della tradizione | Contrassegnato , , , , , , , , | 2 commenti

Una torta da evasione!

Direttamente dal penitenziario più pazzo del Far West, i fratelli Dalton sono evasi per fare gli auguri al mio meraviglioso cucciolo per il suo quinto compleanno!



Il Nevada è lontano e i quattro fratelli Dalton hanno cercato di attraversare il Grand Canyon per raggiungere Roma.

Ve li presento uno ad uno:



Joe Dalton: il maggiore dei quattro fratelli sebbene il più basso. E’ lui che ha escogitato la fuga per evadere. È il più sveglio del gruppo, nonché il più aggressivo, maleducato e criminale. Attenti a non farlo arrabbiare!



Jack Dalton: è il gemello di William. Non è molto intelligente e neanche molto sveglio, ma è il più assennato dei quattro fratelli. È lui che ha consigliato Joe in questo piano di evasione.



William Dalton: ha un carattere calmo e misurato. Non è molto sveglio ma è il più intelligente e istruito dei quattro fratelli. È lui che ha distratto le guardie del penitenziario. 



Averell Dalton: è il più alto dei quattro ma anche il più stupido e ingenuo. Nonostante ciò a volte dimostra di avere incredibili doti artistiche e sportive. Joe lo considera solo una palla al piede e infatti, anche questa volta, ha rovinato i suoi piani. 



Ran-tan-plan: è il cane più stupido del Far West. Trascorre la maggior parte del tempo a giocare o dormire. Anche questa volta, insieme ad Averell, è stata la causa del fallimento dei piani di Joe. 

Fratelli Dalton il Direttore Peabody vi aspetta in Nevada!



E ora sigla! http://youtu.be/V-jBPzcyhp8

Pubblicato in Decorazioni, Dolci | Contrassegnato , , , , | 12 commenti

Grissini con esubero di pasta madre

Da quando sono diventata “spacciatrice di pasta madre” la farina abbonda nella mia dispensa. Questo perché, ogni settimana, si ripete puntualmente il rito del rinfresco che dá vigore e nutrimento al mio lievito madre. 

Durante il rinfresco, spesso però parte della pasta madre viene inevitabilmente cestinata a meno che non utilizzI qualche ricetta di recupero come quella che vi sto per dare. 

INGREDIENTI:

  • 200 gr di pasta madre prima del rinfresco
  • 100 gr di farina debole
  • 40 gr di acqua tiepida
  • 20 gr di olio EVO
  • 5 gr di sale fino
  • Aromi a piacere (sesamo, semi di papavero)

Lavorate la pasta madre in esubero con l’acqua, l’olio e la farina. Impastate e aggiungete gli aromi secondo il vostro gusto. 

Dopo un po’ di lavorazione otterrete una palla liscia che farete riposare per circa 30′ coperta da pellicola. Scaldate  intanto il forno a 180°. 

Stendete il panetto col mattarello e tagliate tante striscie di pasta. 



Non è necessario essere precisi, anzi, la loro imprecisione li renderà ancora più rustici e gradevoli alla vista. 

Adagiate le striscioline su una teglia rivestita di carta da forno. Infornate per 20-25′ finché non li vedrete gonfi e dorati.   



Ecco pronti in un lampo i vostri grissini da sgranocchiare!



Pubblicato in Ricette | 5 commenti